Browsing Category

Antipasti

Antipasti, Piatti Unici, Primi Piatti

Supplì cacio, pepe e fontina

suppli2

Supplì cacio, pepe e fontina (da Roma alla Valle D’Aosta)

Il Supplì cacio, pepe e fontina nasce dall’unione di due terre che amano i propri ingredienti e le proprie ricette. E’ un connubio perfetto fra la tradizione romana del supplì, la cacio e pepe e la fontina DOP della Valle d’Aosta.
Croccanti e fragranti con un profumo inconfondibile ed un cuore tenero e filante che fa venire l’acquolina in bocca.

suppli2

Con questa ricetta partecipo al Contest Concorso Fontina Valle d’Aosta

del Blog Un Architetto in Cucina in collaborazione con

l’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali della Valle d’Aosta”

Ingredienti per 8 supplì

300 gr di riso

150 gr pecorino romano
pepe q.b.

2 uova
pan grattato per copertura
fontina DOP (8 rettangoli spessi)
olio per friggere

suppli4

Preparazione

Per prima cosa dovrete mettere a bollire abbondante acqua salata e quando avrà raggiunto il bollore, versare il riso e lasciar cuocere. Togliere molto al dente tenendo da parte una bella tazza di acqua di cottura.

In una ciotola capiente, versare il pecorino romano grattato, il pepe e con l’aiuto di una frusta mescolare aggiungendo a mano a mano l’acqua di cottura del riso fino ad ottenere una cremina omogenea senza grumi. Versare il riso continuando a mescolare. La crema si sposerà perfettamente con il riso che assorbirà i sapori e gli odori..

Lasciar raffreddare qualche minuto il piatto e poi formare delle palline allungate.
Contemporaneamente, in un pentolino dai bordi alti mettere l’olio a scaldare.
Creare, nel verso della lunghezza, un solco con il dito ed adagiare all’interno la fontina DOP precedentemente tagliata nel verso, anch’essa, della lunghezza. Chiudere su se stesso il supplì.

Sbattere le due uova all’interno di un piccolo contenitore, adagiare all’interno, uno per volta, il supplì e dopo averlo bagnato in tutta la sua forma, farlo rotolare nel pan grattato in modo da creare una copertura omogenea.

Adagiare i supplì all’interno dell’olio e lasciar dorare.

Mangiare caldi in modo che si possa assaporare un’ esplosione di gusti che al primo morso ci fa capire che siamo decisamente a Roma con la classica cacio e pepe e in un attimo ci troviamo fra le montagne della Valle d’Aosta grazie cremosità della fonduta DOP che regala a questo piatto un gusto spiccato ed un qualcosa in più.

suppli3

mi puoi trovare su

Facebook

Instagram

Twitter

Antipasti, Secondi di pesce

Sushi fatto in casa

sushi8

Ciao,

oggi andiamo a preparare il Sushi che è arrivato dal Giappone fino alle nostre tavole. Si può preparare con pesce, molluschi verdure.. cotti o crudi.
Naturalmente la prima volta che l’ho provato non mi ha fatto impazzire perchè ha un sapore particolare e diverso da ciò a cui siamo abituati ma al secondo assaggio mi sono ricreduta.

Leggero, delicato e sopratutto, se ben preparato ti permette di sentire tutti gli ingredienti distintamente.

Ingredienti per circa 90 pezzi (6/8 persone)

500 gr di riso per Sushi

150 mL di aceto di riso

50 gr di zucchero semolato

5 gr di sale

600 ml di acqua (circa)

8 Alghe Nori piccole (metà dell’alga grande quadrata)

Acqua quanto basta + 2 cucchiai di aceto

Filetto di salmone abbattuto tagliato a bastoncino

1 avocado maturo tagliato a bastoncino

Surimi q.b.

Gamberi

Preparazione

Per prima cosa dovrete preparare il riso: Versare il riso dentro ad uno scolapasta poggiato sopra ad una ciotola e lavatelo sotto l’acqua corrente fredda; muovendo il riso con le mani fino a che l’acqua non diventi trasparente. Ripetere gli sciacqui 5-6-7 volte circa. N.B da cotto raddoppierà il suo peso.
Lasciate il riso a bagno per 10 minuti, dopodiché scolatelo e versatelo in una pentola non troppo grande.
Ricopriamo il riso con l’acqua. Deve superare il riso di un centimetro o poco più.
Coprite con un coperchio e portate a bollore a fuoco medio.  Naturalmente, non alzate più il coperchio fino a quando non sentirete la bollitura, lasciate bollire per 5 minuti, successivamente abbassate la fiamma, fate cuocere per altri 8 minuti. Dopodichè spegnete il fuoco e lasciate il riso coperto per altri 5 minuti. Praticamente, quando l’acqua sarà sta assorbita completamente, il riso sarà pronto.

Nel frattempo andiamo a preparare il condimento per il riso:
In un pentolino versiamo l’aceto di riso, aggiungiamo lo zucchero ed il sale. Non dovrà prendere il bollore ma semplicemente scaldare e farsì che lo zucchero e il sale si sciolgano per bene. Spegnere e far raffreddare il composto.
Il riso è pronto e lo andiamo a rovesciare in un recipiente in coccio, ceramica o in legno. Importante è che non sia di metallo.
Versiamo il composto di aceto su tutto il riso e con una paletta di legno piatta andiamo a smuovere il riso “di taglio” facendo attenzione a non rompere i chicchi. Contemporaneamente sventoliamo il riso per farlo freddare velocemente.
Quando il riso si è freddato, possiamo coprirlo con un canovaccio bagnato con acqua fredda e strizzato.
Adesso, andiamo a preparare la farcitura del nostro Sushi:
Il pesce, tonno o salmone devono essere freschissimi (meglio se hanno subito l’abbattitura in freezer)
Sgusciare i gamberi, privarli dell’intestino ed inserire uno stecchino in modo da tenerli dritti.
Infarinarli nella tempura e friggere.
Nel frattempo tagliamo il salmone a bastoncino, stessa cosa l’avocado; dello spessore di circa un cm.
Prima di procedere a prendere il riso, preparate una ciotola con dell’acqua e dell’aceto all’interno. Ogni volta che prelevate del riso cotto, ricordate di bagnarvi le mani; e prima di tagliare i rotoli di sushi, bagnate anche la lama del coltello con l’acqua acidulata. Questo perchè il riso cotto è molto appiccicoso e tende ad attaccarsi.

Prendete l’alga Nori e posizionatela sulla stuoia (rivestita di pellicola trasparente affinchè non si sporchi) con la parte lucida verso il basso.

sushi
Ci bagniamo le mani nell’acqua e preleviamo una piccola quantità di riso e lo posizioniamo e sparpagliamo bene sulla superficie dell’alga.
Lasciare 2 cm di alga senza riso nel senso della lunghezza in modo da permettere la chiusura.
Farcire con quello che più preferite al centro del riso. Tenendo gli ingredienti verso l’interno, arrotolate l’alga, aiutandovi con stuoia.
Creato il rotolino, lo tagliamo nell’esatta metà e poi in tre. Quindi da ogni rotolino ricaviamo sei pezzi.
sushi3sushi4
Attenzione: Se utilizzate l’alga piccola, potrete inserire massimo 2 ingredienti altrimenti rischiate di rompere l’alga mentre arrotolate.
Potete anche creare delle semplici polpettine di riso senza utilizzare l’alga, ma bensì le vostre mani ed adagiarci sopra la fettina di salmone.
sushi2

Ora siete pronti per preparare il vostro sushi preferito!
Buon appetito.

N.B. Il riso cotto e freddo può essere conservato così per una giornata, fuori dal frigorifero. Sempre con un canovaccio umido a contatto.

 

Antipasti, BIMBY, Salati e Lievitati

Corona farcita come una nuvola

Corona farcita come una nuvola

Corona farcita come una nuvola

Ciao, oggi ti propongo una corona di pasta brioche davvero morbidissima e soffice! Sembrerà di addentare una nuvola! Ti parlo della mia Corona farcita come una nuvola.
Questa pasta brioche è davvero morbidissima e si mantiene perfettamente soffice anche per più di due giorni se chiusa ermeticamente in un contenitore con tappo.
Si possono dare tante forme. Io ho optato per una forma più scenografica per gli occhi, ma è ideale e potrai fare anche singoli paninetti da buffet, o cornetti o intrecciandola. Insomma, dai libero sfogo alla tua fantasia.

Ti ho convinto? Allora non ti resta che prepararla e ti assicuro che non la lascerai più!

Corona farcita come una nuvola2

Ingredienti Pasta Brioche
250 g acqua
12 gr di lievito di birra fresco
30 g zucchero
100 gr farina 00
400 gr farina manitoba
80 g strutto
1 e 1/2 cucchiano di sale
Semini di sesamo q.b. (se graditi)

Per la farcitura
Maionese q.b.
insalata
pomodoro
mozzarella
filo d’olio
sale
N.B. Questa è la farcitura in foto ma tu puoi farcire come meglio credi! Segui i tuoi gusti…

Preparazione (Con il Bimby a fondo pagina)
Per prima cosa dovrai sciogliere il lievito nell’acqua tiepida, insieme allo zucchero.
Nel frattempo, all’interno di una ciotola o nella planetaria, aggiungere la farina, versare l’acqua con il lievito e mescolare bene.
Addizionare, a fiocchi, lo strutto un po per volta.
Aggiungere per ultimo il sale che aiuta l’impasto ad asciugare un po. Continuare a mescolare.
L’impasto risulterà molto morbido ed anche un po appiccicoso. Sarà perfetto così. Quindi,
Posizionare l’impasto in un contenitore, coprire con pellicola trasparente e riporre in forno con luce accesa per 2 ore circa. O fino al raddoppio.
Versare l’impasto sul piano da lavoro (senza infarinarlo).
A questo punto potete fare la corona e quindi dividere e pesare 6 palline del peso di 30-50 gr l’una. Pirlare le palline (trovi molti video su youtube) e posizionarle in cerchio, all’interno di uno stampo a ciambella precedentemente coperto da carta forno, anche ai lati.
N.B. Se non hai uno stampo a ciambella, puoi creare con la carta stagnola, una palla grande poco meno di un pugno e posizionarla al centro.
Io per questa corona, ho utilizzato uno stampo da 18 cm tu ovviamente, se hai lo stampo più grande, dovrai aggiungere le palline. Distanti l’una dall’altra, circa 1 centimetro.
Coprire lo stampo con carta forno e lasciar lievitare fino al raddoppio in forno con luce accesa e con un contenitore con all’interno dell’acqua bollente in modo da mantenere l’umidità.
Quando il volume sarà raddoppiato, spennella la superficie molto delicatamente con un pochino di latte e spolveraci sopra dei semini di sesamo.
Cuocere in forno a 180° fino a doratura (10-15 minuti circa – dipende dal forno).
Non far scurire troppo altrimenti si cuoce troppo.
Far raffreddare prima di sformare.
Se ti avanza dell’impasto potrai creare dei bocconcini del peso di 30 gr circa o dare le forme che meglio preferisci.
Una volta sformata, tagliala a metà, aggiungi un velo di maionese e in sequenza, il pomodoro e la mozzarella. Mi raccomando, ad ogni ingrediente, aggiungi un filo d’olio e leggermente del sale.
Gusta la tua corona farcita e sono sicura che ne vorrai subito un altra… 😀

Potrai seguirmi anche su
Facebook
Instagram

Per la preparazione con il BIMBY
Inserire nel boccale acqua, zucchero e lievito: 1 min, 37 gradi, vel 3
Aggiungere la farina: 4 min, vel spiga e dal foro, con lame in movimenti, aggiungete lo strutto piano piano.
Aggiungere il sale: 40 sec, vel spiga.
Posizionare l’impasto in un contenitore, coprire con pellicola trasparente e riporre in forno con luce accesa per 2 ore circa. O fino al raddoppio.
Versare l’impasto sul piano da lavoro e seguitare come descritto sopra.

Corona farcita come una nuvola

Antipasti, Ricette Vegetariane

Millefoglie di melanzane alla parmigiana

millefoglie di melanzane alla parmigiana

millefoglie di melanzane alla parmigiana

Oggi voglio presentarvi una ricetta già conosciuta ma preparata in modo differente. Una millefoglie di melanzane alla parmigiana. Un antipasto sfizioso da presentare ai vostri ospiti che siano parenti o amici.. Sono davvero belle da presentare ma sopratutto molto buone da gustare. Inoltre, sono anche molto semplici e veloci. Al primo morso si sentiranno tutti i sapori dei prodotti che la compongono. Melanzana, mozzarella, pomodoro… Saranno sicuramente più leggere della classica melanzana perchè non avrà bisogno di frittura 😉

Andiamo a vedere come si preparano!

millefoglie di melanzane alla parmigiana2

millefoglie di melanzane alla parmigiana2

Ingredienti
2 melanzane
200 gr di mozzarella
2-3 pomodori di tipo costoluto (dipende dalla grandezza)
olio q.b.
sale q.b.
pangrattato q.b.

Preparazione
Preparare una teglia da forno con cartaforno oliata.
Tagliare a fettine la mozzarella, il pomodoro e le melanzane (circa 1 cm di altezza).
Adagiare le fette di melanzane su la teglia, condire con un filo d’olio, sale e spolverata di pangrattato. Posizionare sopra una fetta di mozzarella, una fetta di pomodoro costoluto, salare e di nuovo la melanzana. Procedere cosi per tutte le millefoglie che si vogliono preparare terminando con la fetta di melanzana che sarà anch’essa oliata, salata e spolverata con pangrattato.
Infornare in forno pre-riscaldato a 200° statico fino a cottura. Dovranno essere morbide infilzandole la forchetta :).
Servire calde. Ma nel periodo estivo davvero caldo.. Sono buonissime anche fredde 😀

Potete trovarmi anche su
Facebook
Instagram

Antipasti

Fiori di zucca, alici e mozzarella in pastella

Ciao a tutti! Oggi vi presento un piatto Romano davvero stra-buono: Fiori di zucca, alici e mozzarella in pastella
Ne andrete matte/i ma non solo voi… anche i vostri amici e parenti. Ne sono certa!

Croccanti e saporiti, venite a vedere come prepararli…

Fiori di zucca, alici e mozzarella in pastella

Fiori di zucca, alici e mozzarella in pastella

Ingredienti
Per la pastella
1 uovo
4 cucchiai di farina
pizzico di sale
birra fredda q.b.

6 fiori di zucca
mozzarella q.b.
6 alici

Preparazione della pastella

  • 1
  • In una ciotola unire l’uovo, la farina, il pizzico di sale e iniziare a mescolare con una forchetta. Aggiungere la birra fredda a poco a poco. Deve risultare una pastella cremosa, densa, senza grumi. Quando si solleva la forchetta oppure la frusta a mano, deve “scrivere”. Posizionare la pastella in frigorifero per mezz’ora.

  • 2
  • Nel frattempo, lavare e pulire i fiori di zucca
    IMG_20160325_110249

  • 3
  • Tagliare a pezzetti la mozzarella e prendere le alici dal barattolo sott’olio
    IMG_20160325_110543

  • 4
  • Inserire un pezzo di mozzarella e un’alice all’interno di ogni fiore di zucca.
    In un pentolino, versare dell’olio per frittura e mettere a scaldare sul fuoco.

  • 5
  • Prendere la pastella dal frigorifero ed inserirvi dentro i fiori di zucca in modo da immergerli per bene, aiutandovi con una paletta

  • 6
  • Inserire i fiori di zucca impastellati all’interno della mia friggitrice Tristar

  • 7
  • Una volta cotti, posizionarli su dei fogli di carta assorbente e servire caldi.

    Fiori di zucca, alici e mozzarella in pastella

    Fiori di zucca, alici e mozzarella in pastella

    In collaborazione con T R I S T A R
    Che ringrazio per avermi fatto provare una magnifica friggitrice. Non sprigiona odori e frigge alla perfezione. Ma non solo! E’ completamente smontabile e si pulisce molto facilmente.

    Antipasti

    Tartine al tonno veloci

    tartine

    Tartine al tonno veloci

    Ciao a tuttii!
    Sono in vacanza ma non smetto di cucinare ed oggi prepariamo delle tartine velocissime ma super buone e gustose… Una tira l’altra. Tartine al tonno veloci

    Siete pronte a scoprire come le ho preparate?

    tartine

    Ingredienti
    Mini Blinis Labeyrie
    Pomodoro san marzano
    2 scatolette di tonno
    Mionese q.b.
    Basilico

    Preparazione

  • 1
  • Frullare il tonno, renderlo cremoso e metterlo in una sac a poche

  • 2
  • Prendere un mini disco di Blinis, aggiungere la maionese, una fetta di pomodoro, aggiungere la mousse di tonno con con la sac a poche e terminare con una fogliolina di basilico.

    Le nostre tartine sono concluse. Non è stato semplicissimo? E sentirete una volta mangiate… una tirerà l’altra e i Blinis non basteranno mai. Ma cosa sono i Blinis? Sono simili a dei mini pancakes, ma salati. Buonissimi.
    Ed io li ho trovati nella mia DEGUSTABOX di Luglio. Sono finiti subito e non vedo l’ora di trovarli al supermercato per poterli ricomprare!
    Sono davvero contenta di poter provare la Degustabox. Secondo me è stata una grande scoperta ma sopratutto un idea davvero geniale! E sapete la novità? Da adesso sarà possibile ordinarla anche dalle isole.. non è grandioso???
    Affrettatevi, ordinatela e scoprite come me i nuovissimi prodotti tutti da gustare <3 tartine1

    Antipasti, Antipasti di pesce

    Crostini con mozzarella e alici

    crostini2

    Crostini con mozzarella e alici

    Benvenuti nella mia cucina 😀
    Oggi vi parlerò di una ricetta davveeeeero molto semplice: Crostini con mozzarella e alici.
    Così semplice che non vi renderete nemmeno conto di averla preparata e che stupirà tutti per semplicità e bontà!
    No vi è mai capitato di non voler preparare grandi abbuffate? Magari la domenica sera dopo una settimana di lavoro volete magiare qualcosa di veloce ma allo stesso tempo gustoso? Oppure avete degli amici che vi vengono a trovare e restano a cena e non sapete cosa preparare? Bene, allora dovete assolutamente preparare questi velocissimi crostini!

    Continuate a seguirmi…

    crostini3

    Ingredienti
    Pane
    mozzarella q.b.
    Alici (Io ho utilizzato le Rizzoline Alici in salsa piccante)

    crostini

    Preparazione

  • 1
  • Tagliare il pane in fette di 1,5 cm circa (se troppo sottili tenderanno ad ammorbidirsi troppo per via della mozzarella)

  • 2
  • Tagliate la mozzarelle a fette (circa due per ogni fetta di pane)

  • 3
  • Mettere in forno precedentemente acceso a 160° fino a scioglimento della mozzarella

  • 4
  • Passato il tempo, posizionare su ogni crostino, 2-3 alici e servire.

    N.B. Potrete aggiungere anche della rughetta se preferite, da mettere sotto alle alici

    crostini2

    Sono davvero gustose ed una fetta tira l’altra ;)!

    In collaborazione con Degustabox

    che mi ha permesso di poter provare queste buonissime e particolari Alici in salsa piccante che trovate qui; insieme a tanti altri buonissimi prodotti!
    Volete provare anche voi le ultime novità prima che vengano messe in commercio? Allora dovrete semplicemente iscrivervi su www.degustabox.it ed ogni mese avrete l’opportunità di provare nuovi prodotti (da 9 a 14) a un prezzo piccolo piccolo 15.99€. Inoltre se vi iscrivete ed utilizate il mio codice BLFEB16, potrete acquistare la prima Degustabox ad un prezzo imbattibile di 5.99€!
    E potrete disdire quando vorrete!
    Cosa state aspettando? Correte ad iscriverviiiii 😛

    Potete seguirmi attraverso la mia pagina
    Facebook
    Instagram
    Pinterest
    Google+

    Antipasti

    Fagioli all’uccelletto

    fagioli3

    Fagioli all’uccelletto

    Ciaooo! Eccovi nella mia cucina ed oggi vi presenterò un piatto davvero,davvero buono: I fagioli all’uccelletto! Sono facilissimi da preparare, sono veloci ma soprattutto sono buonissimi grazie alla semplicità degli ingredienti.
    Io li peparo spesso quando organizzo pranzi e/o cene con gli amici perché sono ideali come antipasto, come aperitivo ma anche come accompagnamento alla carne.
    Questo è un piatto tipico della tradizione toscana ed alcuni omettono il peperoncino… A mio gusto e parere, devono essere piccantini quindi non siate timidi nel metterlo. 😉
    In questa preparazione io utilizzerò dei fagioli in barattolo perché sono sicuramente più pratici e rapidi ma ovviamente, se avete dei fagioli freschi, il piatto sarà ancora più buono! Ed attenzione, in questo caso*…

    Volete sapere come li preparo? Allora seguitemi 😉

    fagioli

    Ingredienti
    1 cucchiaio di olio e.v.o
    1 spicchio d’aglio
    peperoncino q.b.
    foglioline di salvia
    passata di pomodoro
    sale q.b.
    fagioli borlotti

    fagioli2

    Preparazione
    *…Dovrete cuocere prima i fagioli, mettendoli in un tegame coperti con dell’acqua salata. Portateli velocemente ad ebollizione per poi abbassare la fiamma e lasciarli cuocere a fuoco lento fino a quando non risulteranno teneri (prova con la forchetta) ma senza che si rompano.
    A questo punto, potrete proseguire con la ricetta scritta di seguito, partendo dal punto 1.

  • 1
  • In un pentolino spesso far soffriggere aglio, olio e peperoncino q.b.

  • 2
  • Aggiungere la salvia, il pomodoro, salare e lasciar cuocere,

  • 3
  • Quasi al termine di cottura del pomodoro, aggiungere i borlotti e lasciar finire la cottura,

  • 4
  • Servire caldi accompagnati da delle croccanti fette di pane tostato.
    (anche freddi sono molto buoni 😉 )

    fagioli3

    Potete seguirmi anche nella mia pagina:
    Facebook
    Instagram
    Pinterest
    Google+
    per restare sempre aggiornato delle mie ultime ricette dolci e/o salate!

    Fatemi sapere anche se provate le mie ricette, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate!
    Grazie *___*

    Antipasti, Piatti Unici

    Panzerotti: Romani vs Pugliesi

    Panzerotti: Roma vs Puglia

    Cosa se non dei sofficissimi Panzerotti per la
    “Cooking Challenge 2016 – sfida a 4 mani tra food blogger”? di Cookaround
    Partecipo a questa sfida con la mia amica Chiara di VanigliaBourbon, pugliese DOC, che partecipa con la ricetta tradizionale, già parecchio godereccia. (qui per la ricetta completa).
    Io, romana, ho personalizzato la ricetta pugliese con un ripieno tutto romano. All’Amatriciana.
    Perchè proprio con Chiara?
    Con Chiara perché l’ho conosciuta qualche mese fa proprio grazie alla passione che abbiamo in comune per la cucina. Prima di conoscere lei, ho conosciuto il suo blog (andateci a dare un’occhiata, troverete davvero tante belle idee per ogni occasione) e poi tutto è andato di conseguenza fino ad ora quando all’1 del mattino ci ritroviamo a parlare di cucina, possibili ricette e accostamenti, ma ovviamente non solo perché è nata una gran bella amicizia.

    “Se un panzerotto ad hoc vuoi mangiare, da Chiara e Michela devi andare”

    Panzerotti 1
    “COOKING CHALLENGE 2016 – sfida a 4 mani tra food blogger”

    Ingredienti (per 10 panzerotti circa)

    400 gr di farina tipo 2
    100 gr di semola rimacinata
    100 ml di acqua tiepida
    150 ml di birra chiara a temperatura ambiente
    12 gr di lievito di birra fresco
    40 ml di olio extra vergine d’oliva
    10 gr di sale fino
    3 gr di zucchero

    Farcitura all’Amatriciana
    1 cucchiaio di olio e.v.o
    guanciale tagliato a strisce spesse
    pomodoro polpa
    sale q.b.
    1 pizzico di peperoncino
    pecorino Romano

    Olio di semi quanto basta per friggere

    Panzerotti 2

    Preparazione

  • 1
  • Per prima cosa preparare il sugo all’Amatriciana mettendo in un pentolino il guanciale tagliato, con l’olio ed un pizzico di peperoncino

  • 2
  • Aggiungere il pomodoro, salare e lasciar cuocere

  • 3
  • Aggiungere tanto pecorino

  • 4
  • In un bicchierone porre l’acqua tiepida, l’olio e scioglierci il lievito e lo zucchero;

  • 5
  • Aggiungere quindi e la birra;

  • 6
  • In una ciotola capiente o su una spianatoia, miscelare le due farine, creare una fontana al centro e versare i liquidi che precedentemente sono stati miscelati;

  • 7
  • Impastare fino ad assorbimento;

  • 8
  • Addizionare il sale e lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo;

  • 9
  • Dividerlo quindi in tante palline da 100 gr l’una;

  • 10
  • Sistemare sulla spianatoia le palline ben pirlate e lasciar lievitare fino al raddoppio (3 ore) al riparo da fonti di corrente, tenute al calduccio sotto ad una coperta;

  • 11
  • Successivamente stendere le palline con un mattarello, farcirle con il sugo all’Amatriciana e con altro pecorino;

  • 12
  • Sigillare i lati ripiegandoli su se stessi e pigiando con i polpastrelli;

  • 13
  • Friggere in olio ben caldo (165°-170°);

  • 14
  • Scolare su carta assorbente e servire!

    Panzerotti
    Segreto Segretissimo
    Per chiudere al meglio i panzerotti ed evitare che si aprino in cottura, è necessario NON utilizzare la farina per stendere l’impasto e NON aggiungere nè acqua nè tantomeno uovo.
    Se fate fede a questi consigli, vedrete che in cottura non se ne aprirà nemmeno uno!

    Antipasti, Piatti Unici, Secondi piatti

    Omelette armonia di tartufi

    Ciao a tuttiii!
    Oggi vi presento un piatto super gustoso…Il tartufo con l’uovo è la morte sua ed oggi vi consiglio un piatto molto semplice da preparare e molto molto buono: l’Omelette armonia di tartufi.
    Profumata e gustosissima questa Omelette armonia di tartufi vi piacerà tantissimo!
    E’ ideale come antipasto o come secondo. Stra-buona in un bel panino ricco…
    Preparatela ai vostri amici e parenti e resteranno a bocca aperta per la semplicità del piatto!

    Curiosi di sapere come prepararla in modo semplice e veloce? Continuate a seguirmi…

    IMG_20160411_172428

    Ingredienti
    3 uova
    pizzico di sale
    Parmigiano q.b.
    filo d’olio
    3/4 fette di Formaggio saporito e fresco
    Tartufo q.b. io ho scelto Armonia di Tartufi La Cerca

    IMG_20160411_172310

    Preparazione

  • 1
  • Sbattere 3 uova con il pizzico di sale ed il parmigiano

  • 2
  • Versare le uova sbattuta in padella con un filo di olio e lascia cuocere

  • 3
  • Girare la frittata e in una metà aggiungere le fette di formaggio e nell’altra metà l’Armonia di tartufi

  • 4
  • Chiudere a libro e lasciar sciogliere il formaggio e finire di cuocere

  • 5
  • Tagliare a metà e servire calda la nostra Omelette armonia di tartufi super buona 😉

    IMG_20160411_171956

    Se preparate la mia Omelette armonia di tartufi fatemelo sapere e seguitemi anche sulla mia pagina facebook ComeUnaPentolaDiFagioli Facebook

    CONSIGLIA Crostata al caffè senza cottura

    Send this to a friend